ARTICOLICoronavirusPER APPROFONDIRE

Allarme liste d’attesa, quasi 18 milioni di prestazioni rinviate

Da un’emergenza all’altra: è allarme per le cure rinviate. Con numeri preoccupanti, quasi 18 milioni di prestazioni ‘saltate’ causa Covid-19. La denuncia arriva dal segretario nazionale del sindacato dei medici dirigenti Anaao Assomed, Carlo Palermo, che in un video postato su Facebook riferisce le cifre: “13 milioni le visite specialistiche sospese, 300mila i ricoveri non effettuati, 500mila gli interventi chirurgici e ben 4 mln gli screening oncologici rimandati”. E avverte: “Oggi le attese si misurano in semestri, se non in anni in alcune regioni. Rischiamo di peggiorare la prognosi di tutti i cittadini costretti a questa ulteriore attesa e per questo abbiamo bisogno di interventi urgenti da parte del Governo”.

Tre le priorità indicate dal segretario nazionale Anaao: “Innanzitutto le assunzioni. Abbiamo più volte segnalato – ricorda Palermo – la carenza di personale: dal 2010 al 2018 si calcolano siano stati tagliati 40mila posti di lavoro nel Servizio sanitario nazionale. Bisogna rapidamente stabilizzare tutti i contratti precari che si sono attivati per far fronte all’epidemia”. Seconda priorità: “Incrementare i fondi destinati alla produttività aggiuntiva”. Già “500 mln sono previsti nel Decreto agosto, ma non sono sufficienti in base ai numeri che ho ricordato e pertanto bisogna verosimilmente raddoppiarli se non triplicarli. Infine”, è necessario “incrementare l’investimento sugli ospedali, perché bisogna ricordarsi che l’attività ordinaria è stata sospesa per la vetustà dei nostri ospedali e per la mancata previsione di una separazione tra malati infetti e non”.

https://www.adnkronos.com/fatti/cronaca/2020/09/18/allarme-liste-attesa-quasi-milioni-prestazioni-rinviate_aEzkFQfnLWT3aJhtOC7XCK.html?refresh_ce

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
I agree to have my personal information transfered to MailChimp ( more information )
Autorizzo La Rete dei Numeri Pari a processare i miei dati personali secondo il Decreto Legislativo 196/2003 e/o successive integrazioni o modifiche
Noi odiamo lo spam. I tuoi dati saranno usati in conformità al Regolamento (UE) 2016/679