“Così in terra”, con don Luigi Ciotti, venerdì 8 giugno 21.15 Rai 3

“Così in terra”, con don Luigi Ciotti, venerdì 8 giugno 21.15 Rai 3

PRIMA VISIONE

VENERDI’ 8 GIUGNO 2018, ORE 21.15

OKTA FILM – RAI CINEMA – FONDAZIONE UNIPOLIS – FONDO AUDIOVISIVO FRIULI VENEZIA GIULIA – COOP

presentano

Così in terra

con

DON LUIGI CIOTTI

un film di

PAOLO SANTOLINI

prodotto da

PAOLO BENZI

 

Venerdì 8 giugno 2018, alle 21:15, RAI3 presenta in prima visione assoluta COSÌ IN TERRA, racconto cinematografico di uno degli uomini più amati e detestati d’Italia: prete combattente costantemente sotto scorta, grande organizzatore, fondatore del “Gruppo Abele” e ideatore di “Libera”, agitatore carismatico e travolgente, spina nel fianco del sistema politico/economico italiano. Da oltre cinquant’anni il suo è un lavoro volto a unire e mettere in risonanza le parti sane e attive del Paese, a denunciare senza mezzi termini crimine organizzato e corruzione, a ricordarci che in una società civile non c’è ‘zona grigia’, perché l’indifferenza equivale a complicità. Un lavoro di tessitura e denuncia, amoroso, tenace e temerario. Un antidoto al qualunquismo sazio degli scontenti che si limitano a sdegnarsi e lamentarsi, un invito ad agire. Il buon cinema non costruisce altarini e eroi, non fa prediche, non vuol persuadere nessuno. La sua unica ‘passione’ è la cura della complessità e della pluralità dei punti di vista.

Ecco perché COSÌ IN TERRA è lontano anni luce dall’agiografia e anche dalla linearità del biopic: il film di Paolo Santolini è un’indagine a tutto campo, aperta e appassionata, su un personaggio che non può essere ridotto a semplice oggetto mediatico. Stando accanto a lui e agli uomini della sua scorta per oltre due anni, filmandolo in diverse occasioni pubbliche e private, osservandone i gesti, il rapporto con la natura, la fisicità, l’ostinata fiducia nella parola, il regista ci propone di provare a capire cosa ci sia dietro l’instancabile fare del suo personaggio, cosa lo muova a quel fare.

COSÌ IN TERRA non è un atto di fede, ma un invito a pensare con la nostra testa, a guardare con occhio critico quanto accade su questa terra e a immaginare quel che ognuno di noi potrebbe fare.

 

 

8 giugno 2018 / by / in
Comments

Comments are closed here.