ARTICOLIGiustizia ambientale ed ecologicaPER APPROFONDIRE

Lo scioglimento di tutti i ghiacciai del mondo ha accelerato finora in questo secolo

1 giugno 2021 – publico.es

I ghiacciai sono indicatori molto sensibili della crisi climatica. Ne è prova il fatto che dalla metà del XX secolo queste masse di ghiaccio hanno subito un notevole disgelo in tutto il mondo, indipendentemente dalla loro altitudine o latitudine. Ma, fino ad ora, questa perdita di massa era stata misurata solo in parte, analizzando solo una parte di queste grandi masse di ghiaccio.

Un nuovo lavoro ha stimato per la prima volta lo scioglimento di tutti i ghiacciai inventariati nel mondo, vale a dire circa 217.175 (senza contare le calotte glaciali continentali dell’Antartide e della Groenlandia) “con una risoluzione spaziale e temporale senza precedenti”, dettagli per SINC Inés Dussaillant, del Global Glacier Monitoring Service dell’Università di Zurigo, Svizzera, e coautore dello studio.

I risultati, pubblicati oggi sulla rivista Nature, rivelano quanto velocemente i ghiacciai abbiano perso spessore e massa del ghiaccio dal 2000 al 2019. Negli ultimi due decenni, “i ghiacciai del mondo hanno perso un totale di 267 gigatonnellate di ghiaccio in media ogni anno”, dice Dussaillant. Inoltre, secondo lo studio, il ritiro della massa di ghiaccio ha accelerato notevolmente durante quel periodo. “Tra il 2000 e il 2004, i ghiacciai hanno perso 227 gigatonnellate di ghiaccio all’anno, mentre tra il 2015 e il 2019, alla fine del periodo di studio, la massa persa è stata di 298 gigatonnellate all’anno”, ha detto il ricercatore a SINC.

Per calcolare i cambiamenti nello spessore e nella massa del ghiaccio, nonché l’incessante accelerazione di questo disgelo globale, il team internazionale di scienziati, guidato da Romain Hugonnet, dell’Università di Tolosa in Francia, ha utilizzato l’archivio completo di immagini stereoscopiche ASTER , ripreso dal satellite Terra della NASA. “Questo ci ha permesso di creare modelli digitali di elevazione ad alta risoluzione di tutti i ghiacciai del mondo e ricostruire una serie temporale di cambiamenti di elevazione glaciale dal 2000”, sottolinea il ricercatore.

Un continuo innalzamento del livello del mare

La perdita di massa di ghiaccio osservata negli ultimi 20 anni è stata responsabile del 21% dell’innalzamento del livello del mare nello stesso periodo, pari a circa 0,74 mm ogni anno, sottolineano gli autori. In effetti, i ghiacciai di montagna in ritirata sono il secondo maggior contributore all’attuale innalzamento del livello del mare.

“La prima causa, responsabile di circa la metà dell’innalzamento del livello del mare, è dovuta all’espansione termica dell’acqua mentre si riscalda. L’acqua di disgelo delle calotte glaciali continentali dell’Antartide e della Groenlandia e l’accumulo di acqua terrestre rappresentano il terzo rimanente. “, spiega l’autore svizzero.

Il lavoro rappresenta un importante progresso scientifico sugli effetti della crisi climatica, motivo per cui i risultati saranno inclusi nel prossimo Rapporto di valutazione del Gruppo intergovernativo delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (IPCC), che sarà pubblicato entro la fine dell’anno.

I risultati consentiranno inoltre di migliorare i modelli idrologici e fare previsioni più precise su scala globale e locale, come, ad esempio, stimare la proporzione del contributo dello scioglimento glaciale ai fiumi che hanno origine dall’Himalaya o dalle Ande durante nei prossimi anni, due regioni di grande preoccupazione per l’acqua.
“Se il ritiro dei loro ghiacciai continua ad accelerare, paesi densamente popolati come India e Bangladesh e alcune regioni del Cile, Argentina e Perù potrebbero dover affrontare carenze idriche o alimentari nei prossimi decenni”, avverte lo scienziato.

Ma per Dussaillant il messaggio di questa ricerca è soprattutto di grande rilevanza politica: “Il mondo deve capire che è della massima importanza agire ora per raggiungere gli obiettivi dell’Accordo di Parigi e lottare per realizzare uno scenario di cambiamento climatico in quali si riducono le emissioni di gas serra”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
I agree to have my personal information transfered to MailChimp ( more information )
Autorizzo La Rete dei Numeri Pari a processare i miei dati personali secondo il Decreto Legislativo 196/2003 e/o successive integrazioni o modifiche
Noi odiamo lo spam. I tuoi dati saranno usati in conformità al Regolamento (UE) 2016/679