ARTICOLIMAFIE, CORRUZIONE E ZONA GRIGIA

Ancora roghi a Centocelle! È ora di spegnere il focolaio criminale

C’è un virus più antico del Sars-Covid 2, ma ha lo stesso effetto di soffocamento sui territori che contagia.

È la criminalità, che in modo trasversale e con metodi mafiosi, tenta di impadronirsi delle attività economiche debilitate da questi mesi di crisi sanitaria, delle strade e delle piazze dei nostri quartieri, dei parchi dove giocano i nostri bambini. Vorrebbe minare le basi della socialità, della cultura, della partecipazione, della solidarietà, dell’economia sana, con la violenza delle fiamme e con il virus della paura.

A Centocelle ci sono gli anticorpi sociali del mutuo appoggio e della solidarietà attiva, ma capire cosa accade è la base per la ricerca di una cura adeguata e senza le azioni di sistema anche sul versante istituzionale, il focolaio criminale rischia di espandersi in una grave e cronica epidemia. L’ ultimo rogo della palestra Haka Sport Italy a via Valmontone, come altri episodi di carattere intimidatorio avvenuti nei giorni scorsi sono un segnale esplicito, segni evidenti di una penetrazione criminale che ha messo radici profonde nella città di Roma, anche dove i sintomi di questo sono meno visibili e più sottili, quando utilizzano i linguaggi del denaro e della corruzione.

È il momento del passo in avanti delle forze sane del territorio, tutte e tutti coloro che in questi anni e in questi mesi hanno dato risposte alla povertà economica, sociale e culturale del quartiere. Ma è soprattutto il momento della presenza istituzionale efficace, non più sporadica o a singhiozzo. Serve un confronto permanente, partecipativo, tra la cittadinanza attiva e le istituzioni, a partire da quelle di prossimità (Municipio V), per una programmazione, progettazione e condivisione di interventi. Serve per migliorare la qualità della vita del quartiere, partendo dai servizi sociali e dal contrasto alle diseguaglianze socio-economiche e culturali, il cui allargamento, viceversa, rischia di favorire potentemente il welfare sostitutivo delle mafie e il reclutamento della manovalanza, per arrivare a tutte le azioni che consentano di spegnere sul nascere qualsiasi focolaio crimonogeno.

Ci impegneremo nelle prossime settimane, per questo.

CENTOCELLE È CøASA NOSTRA

Percorso territoriale Rete dei Numeri Pari.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
I agree to have my personal information transfered to MailChimp ( more information )
Autorizzo La Rete dei Numeri Pari a processare i miei dati personali secondo il Decreto Legislativo 196/2003 e/o successive integrazioni o modifiche
Noi odiamo lo spam. I tuoi dati saranno usati in conformità al Regolamento (UE) 2016/679